Il cantiere Acea di piazza Navona è ormai abbandonato a se stesso


Perfino gli autisti a nolo in tripla fila davanti a Palazzo Doria Pamphilj sono indignati per il cantiere a cielo aperto dell'Acea in piazza Navona, fermo da quasi un anno e lasciato lì come un terrario per scarafaggi e formiche.

I caldarrostari che amavano quell'angolo di piazza Navona, fra palazzo Braschi e Pamphilj, lentamente stanno preferendo altri punti della stessa piazza, se i concorrenti glielo permettono; altrimenti, si rivolgono a location sconosciute, in cui sono disorientati come cetacei spiaggiati.

Sì, il cantiere "Roma per Roma" aperto dall'Acea ben 9 mesi fa e non ancora richiuso, sorto per gestire al meglio il ricircolo dell'acqua delle fontane della piazza, è proprio uno di quei casi di cui parlavamo qualche giorno fa. Quei mali-cantieri che dovrebbero pagare per i danni che fanno alla nostra città.

Update: ci scrive l'ufficio stampa ACEA, che precisa:

la Società informa che il cantiere non è mai stato abbandonato, bensì sono stati sospesi i lavori dalle Sovraintendenze competenti a partire dall’estate scorsa. Appena Acea riceverà il nulla osta dalla Sovraintendenza potrà riprendere e ultimare regolarmente i lavori che erano cominciati lo scorso 23 giugno 2009”
  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: