La settimana dei Municipi: passione verde

monte mario

Municipi romani pasionari...per il verde. Sono tante le battaglie intraprese nell'ultima settimana dalle 19 circoscrizioni della Capitale per richiedere ad esempio più aree verdi, la realizzazione di parchi promessi e mai compiuti, la riqualificazione di aree degradate con la creazione di spazi 'eco'.

A muoversi sono in moltissimi casi, oltre alle associazioni ecologiche, i comitati di quartiere, come quello del XV, che chiede a Municipio e Comune di 'smetterla di rimpiazzarsi le responsabilità' sulla mancata realizzazione di un parco archeologico 'di grande respiro' nell'area verde prospiciente via Prospero Colonna.

Il Municipio I ha detto invece di 'no' alla proposta di Roma Metropolitane di usare per 6 anni il parco della Pace come cantiere di lavori per la futura tratta della metro C. Dal XVI arriva invece la denuncia della strana situazione delle Terrazze dei Colli.

Si tratta dell'ecomostro a cui il Comune ha posto i sigilli in alcuni piani la cui costruzione non è stata autorizzata e su cui invece i residenti denunciano un inspiegabile viavai di operai.

Nel Municipio VI invece si è costituito un apposito comitato 'Area verde di largo Preneste', dove viene denunciata una occupazione decennale abusiva 'da parte di persone che hanno di fatto solo contribuito a mettere in discussione la normale convivenza civile e sociale del quartiere'.

Ma sono arrivate anche due denunce riguardo allo stato in cui si trova l'area intorno alla stazione Muratella e in particolare la riserva naturale della Tenuta dei Massimi.

Legambiente - oltre a denunciare la decisione della Regione Lazio di rendere edificabile un milione di metri cubi fra Roma e Marino - sollecita invece Ama e il servizio giardini a intervenire nell'area prospiciente la stazione di Montemario, 'assediata dai rifiuti'.

Tutto questo nonostante negli ultimi giorni il Comune abbia rassicurato sulla prossima creazione del polo culturale di Monte Mario, che includerà anche l'omonima riserva naturale.

Ma ci sono anche delle 'buone notizie', come l'idea che il lungomare di Ostia torni ad essere più bello di come è oggi. "Non sorgeranno più nuove costruzioni davanti al mare" ha detto in settimana il sindaco partecipando alla riunione sulla riqualificazione dell'area dell'Idroscalo, al cui progetto ha invitato a partecipare anche i residenti del XIII.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail