Addio Casilino '900: scompare per sempre il campo rom

Oggi è in un certo senso una giornata da ricordare, perché con l'abbattimento dell'ultima baracca del campo nomadi Casilino '900 (nel Municipio VI), si chiude un'epoca. Per mezzo secolo l'area aveva ospitato oltre seicento persone. Ora, come ribadito da Alemanno, sorgerà lì un parco pubblico. Gli abitanti, ha puntualizzato il sindaco, sono stati trasferiti nei campi più vivibili di via Salone.

Oltre al quale, saranno aperti e ampliati quelli di via Candoni, Castel Romano, via Gordiani, Camping Nomentano e via Lombroso. Il piano del Campidoglio prevede inoltre la messa a norma del campo de La Barbuta, dove sorgerà un presidio sanitario e uno di sicurezza. per un totale di circa 5500 nomadi ospitati.

"Oggi è una giornata storica - ha detto il sindaco - dopo 50 anni siamo riusciti a chiudere questo campo, anche grazie alla collaborazione dei nomadi e dei comitati di quartiere. Abbiamo cancellato questa vergogna di Roma conciliando solidarietà e legalità: e tutti i nomadi sono stati trasferiti in campi vivibili".

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: