La Tana della Lupa: Brindiamo al -7 con lo Zamparino


Sarà stata la neve, sarà per il secondo pareggio ravvicinato dell'Inter fuori casa, sarà per l'ennesima vittoria, ma quassù si comincia quasi ad avere le vertigini... Sesta vittoria consecutiva, ventesimo risultato utile di fila, quattro punti rosicchiati in una settimana alla capolista, +8 sulla quinta (meglio, da questo punto di vista, il pareggio che la vittoria del Napoli).

A fare le spese, anzi a fare la spesa (4 arancini con un rigore come cannolo consolatorio) è il Palermo di Zamparino er sòla, che tanto aveva abbaiato prima della gara, che la sua squadra non ha morso. Ora ricomincia. Bè, come sempre qui siamo leali anche scherzando, e va detto che il risultato è fin troppo severo con i rosanero di Delio ciancica Rossi, salutato come si deve dai tifosi giallorossi.

Nel primo tempo soprattutto, dove il vantaggio del match player Brighi (doppietta e assist) è stato vera manna dal cielo. Logico che se la Roma, abituata a soffrire nel finale, trova pure il modo di mettere al sicuro il risultato, magari con la Bestia rinata), allora per il Zampa si fa veramente amara, parola di Zampa nostro.

Intanto Martell-One Ranieri continua a rimanere realista. E martella bene. Totti poliglotta si è visto a sprazzi, ma il cambio con Baptista è sembrato ricalcare la mossa di Firenze. Va bene anche questo. Se cominiciasse a ri-girare anche Menez...Ma ora pensiamo ad Atene, appunto.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: