6 Zero: Qual è l'incrocio peggiore di Roma?


Sappiamo che l'argomento vi sta a cuore, anzi nei polmoni, considerando lo smog che immagazziniamo in quei momenti di collasso. Ci sono incroci a Roma che praticamente quasi a tutte le ore rischi di trovare impallati. Snodi fondamentali del traffico, passaggi unici per spostarsi da una parte all'altra della città, semafori con scatti perigliosi, vigili che dirigono il blob.

Proviamo insieme a stilare una classifica dei punti peggiori, quelli che non vorresti mai affrontare ma alla fine ti ci ritrovi sempre, per un verso o per un altro, e nell'ora di fuoco. Nella galleria fotografica trovate solo qualche classico esempio, perché poi ognuno hai suoi demoni stradali, ed il mio più feroce è probabilmente Largo di S. Susanna, un caos costante costruito ad arte dalla genialità dei nostri urbanisti.


Ovviamente nelle foto c'è anche il capo horn romano, l''imbocco sul viadotto della Magliana entrando dalla Colombo, quello che nell'orario giusto ti fa perdere l'aereo, ma in quel caso esistono (rari) momenti di calma apparente, e perfino alcune scorciatoie. Forse è peggio il marasma all'ingresso o all'uscita della Salaria (subito prima della circonvallazione).

Del resto praticamente ogni entrata-uscita tangenziale e raccordo è minata. Dei Lungotevere non parlo, perché si sa, non è questione d'incroci, quella è marmellata di lamiere senza soluzione di continuità... Attendiamo i vostri nemici quotidiani con ansia.


  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: