Atac: primo supertreno Caf per Metro B, moderno, confortevole, videosorvegliato, anti- vandali

Con la nascita della famigerata nuova Atac, che avendo incorporato MetRo e Trambus rimane l’unica società di gestione del trasporto pubblico di linea, prosegue il riassetto del trasporto pubblico locale.

A seguito dei lavori di ristrutturazione della Metro A, l’arrivo di due nuovi tram e del controllo satellitare, il profondo restiling del trasporto pubblico prosegue con il programma di innovazione e potenziamento della linea B, per adeguarla alla futura tratta B1 Bologna-Conca d’Oro/Jonio e all’entrata in funzione della nuova stazione Tiburtina, polo di interscambio tra bus urbani ed extraurbani, metropolitana, treni regionali e interregionali e convogli dell'alta velocità Milano Roma Napoli.

Dopo il debutto del primo treno Caf sulla linea B della metropolitana nel tratto Rebibbia-Laurentina, un secondo convoglio sta effettuando i 5 mila chilometri di collaudo senza viaggiatori, per entrare in servizio nelle prossime settimane. Parliamo di un supertreno, lungo 108 metri...

... con sei carrozze interamente comunicanti tra loro che ne implementano la capacità di trasporto per oltre 1.200 viaggiatori, con 216 posti a sedere, climatizzato, dotato di un avanzato sistema di sicurezza con telecamere per la videosorveglianza di tutti vagoni e di tutte e 48 le porte per la salita e la discesa, speciali telecamere per inquadrare la banchina d’attesa e una pellicola anti-writer.

La pulizia esterna del treno da eventuali scritte o atti vandalici, è agevolata dall’asportazione rapida della speciale pellicola che li ricopre, mentre la pulizia interna ogni giorno sarà effettuata con l'ozono, ecocompatibile ma efficace contro batteri e odori.

Dopo il primo tremo partito da Piramide alla presenza dell’assessore comunale ai Trasporti, Sergio Marchi, insieme al presidente e all’amministratore delegato dell’Atac, Luigi Legnani e Adalberto Bertucci (nel video di C6.tv), l’obiettivo è di far entrare in funzione gli otto treni previsti, uno al mese, prima dell'estate e completare entro il 2011 il piano di modernizzazione e condizionamento di tutti i 53 treni della delle Metro A e B, per un costo di 70 milioni di euro, per convogli e servizi di manutenzione. Se non fossimo sempre un po' scettici, potremmo già sognare per il futuro viaggi confortevoli anche in Metro...

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: