Storie di caldarrostai in nero


Repubblica parla oggi della storia di un caldarrostaio che racconta la sua vita a 600 euro al mese per vendere caldarroste in nero all'angolo della strada e arricchire un capo italiano.

Lui, immigrato indiano con permesso di soggiorno, lamenta di non venire assunto, di non avere uno straccio di contratto. Non si lamenta invece delle 12 ore di lavoro al giorno sottopagate.

Che dire, sarebbe bello capire meglio il business che ci sta dietro, chi sono i Signori delle caldarroste e come fanno a guadagnare sul lavoro nero e sulle spalle degli immigrati senza subire, pare, molti controlli da parte della polizia.

foto | Un caldarrostaio a piazza di Spagna . o6blog

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: