La Tana della Lupa: Sor-Riise alla Storia

Juve Roma 1 2 Riise

Non ci sono parole. Anche perché la voce è finita a molti di noi. Restano i giochi di parole. Perché quel capoccione roscio del ragazzo di Alesund è diventato già sacro. Sor Rise alla Storia. La Nostra. Vincere a Torino con la Juve, vale più di un derby, almeno per il sottoscritto. E vincere in rimonta, all'ultimo minuto, è un sogno.

Era dal settembre del magico 2001 che non espugnavamo il covo bianconero. Ranieri se la Riise, e se lo merita. Perché ride bene, chi Riise ultimo.. Ha davvero consumato la sua faticosa rivincita, nel migliore dei modi. La zona cesarone è tornata alla ribalta nel momento cruciale, grazie all'uomo in maniche corte che nel gelo torinese, prima fa espellere Buffon poi inchioda questa "povera" (?) piccola juve.

Ci sarebbe da raccontare del brutto stop di Toni (si parla di ritorno a marzo) e della mancata, troppo temuta, pseudorestaurazione bettegallianesca (Tagliavento è stato perfetto: Questa partita 5 anni fa la perdevamo con rigore per loro e giallo per Taddei; il Milan ci ha provato ma l'Inter è stata più forte dell'arbitro).

Ci sarebbe da raccontare del ritorno del Capitano, umile e concreto, che fa 188 e riprende il suo, nostro cammino. O delle meravigliose conferme di Pizarro, Juan. Immensi. Ci sarebbe da riconoscere la rinascita di una società bistrattata da tutti. Ma questa vittoria ci piace dedicarla ai tifosi giallorossi. Finalmente tornati al posto che ci compete (quasi..). Fluttueremo più degli avatar almeno fino alla Coppa Italia col Catania di domani. Poi bisogna tornare coi piedi per terra. Tutti. Grazie Roma.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: