Alemanno promette il risanamento del Tevere per le Olimpiadi del 2020


Mentre imperversano i preparativi (per ora virtuali) per la realizzazione di quello che si spera potrebbe essere il futuro olimpico di Roma, già si cominciano a definire in Comune proposte che, per quanto ancora vaghe e utopiche, potrebbero beneficiare i cittadini della Capitale anche nel caso (corna facendo) che la candidatura della nostra città dovesse naufragare.

Si tratta perlopiù di un avvenire verde, quanto pare. Alemanno ha gioito, all'uscita dalla seduta consiliare che, a 2000 anni di tempo da quel 10 dopo Cristo che vide rinascere il Tempio della Concordia, ha visto tutti i banchi del Campidoglio d'amore e d'accordo:

"Il primo fattore che mi viene in mente è l'ecosostenibilità. Se a Londra si è puntato sul wellness noi vogliamo essere ricordati per un'edizione all'insegna del verde".

Circolano voci di imminenti promesse da sogno, come un risanamento completo del Tevere entro il 2020. O come, ancora più insperata, quella di non ripetere neanche uno degli errori commessi durante l'organizzazione dei recenti Mondiali di Nuoto. Ci speriamo tutti.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: