Il nuovo aeroporto dell'Urbe - Ecco il terminal per trasformarlo in city airport per elicotteri ed aerei privati business


L'aeropoto dell'Urbe di Roma sta per trasformarsi nel city airport della Capitale. Primo passo verso la sua trasformazione l'apertura, questa mattina, del nuovo terminal del terzo scalo della Capitale.

Già, la piccola aerostazione sulla Salaria, famosa ai più per aver ospitato un concerto degli U2 negli anni 90 e stretta tra il traffico della consolare (destinato a diminuire con il raddoppio della strada) ed il Tevere, sta diventando il nuovo polo di riferimento nazionale per i voli turistici privati, soprattutto quelli dei falcon exclusive e business, e per gli elicotteri, ritenuti "un mezzo di trasporto destinato sempre più ad allargare la sua utenza".

E' di oggi il primo passo di questa trasformazione, con l'inaugurazione del nuovo terminal. La nuova infrastruttura, costata circa 800.000 euro, è una vera e propria hall accoglienza, con aree ristoro, banchi di accettazione ed una grande vetrata che si affaccia sul parcheggio esterno degli elicotteri. Seguirà la rotazione della pista ed altri edifici, dopo che già era stato ingrandito pochi mesi fa l'eliporto. Ora l'Urbe, insieme all'aeroporto gemello di Bresso, a Milano, può diventare la spina dorsale delle rotte nazionali dei voli privati. Segue la galleria di immagini.

In programma nei prossimi mesi, come detto, i lavori per la rotazione della pista di volo per renderla più lunga ed idonea all'atterraggio di velivoli Falcon 900 e 2000 adatti a voli internazionali da Roma all'Africa del nord o verso l'Europa settentrionale e dell'est.

Le immagini del nuovo aeroporto

Le immagini del nuovo aeroporto
Le immagini del nuovo aeroporto
Le immagini del nuovo aeroporto
Le immagini del nuovo aeroporto
Le immagini del nuovo aeroporto
Le immagini del nuovo aeroporto
Le immagini del nuovo aeroporto
Le immagini del nuovo aeroporto
Le immagini del nuovo aeroporto

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: