“Tutti per Bruno”. Claudio Amendola 'poliziotto' non rende giustizia al litorale romano

Tutti_per_Bruno

Claudio Amendola, figlio d’arte e attore romano che nella sua carriera cinematografica e televisiva continua a dare un volto e una voce dialettale ai ‘romani de Roma’, dopo il successo de “I Cesaroni” che hanno inorgoglito e dato lustro alla Garbatella, ci riprova con il poliziotto di “Tutti per Bruno”.

Un litorale romano senza belletto e il quartiere di ostia degradato culturalmente e socialmente, un commissariato sopra le righe e una squadra di pasticcioni “politicamente scorretti”, più vicini a scuola di Polizia o Una pallottola spuntata che alle fiction televisive italiane andate in onda sino ad ora sulle varie forze dell’ordine, per il momento hanno già fruttato ‘grane’ alla produzione.

La fiction andata in onda venerdì 8 gennaio su Canale 5 ha subito indignato il Presidente Giacomo Vizzani (PDL) e tutta la Giunta del XIII Municipio, che non hanno escluso l’eventualità di “ricorrere a vie legali per un risarcimento danni", e solo dopo la lettera di scuse recapitata dalla società Mediavivere s.r.l., responsabile della fiction, lo stesso Giacomo Vizzani ha dichiarato ...

"Prendiamo atto della buona fede dichiarata dalla produzione e apprezziamo le scuse poste dalla società Mediavivere nei confronti della cittadinanza e dell’amministrazione. Per ora, sospendiamo il giudizio in attesa delle future trasmissioni, sperando, che, come annunciato dai responsabili della fiction, queste rendano giustizia al litorale romano. Solo così potremmo considerare chiuso l’incidente. Saremmo ben felici di avere, una volta verificato quanto dichiarato, i responsabili della produzione, unitamente agli attori della fiction, nostri ospiti per una colazione. L’incontro potrebbe essere l’occasione per mostrare loro le bellezze del nostro territorio".

Una domandina sorge spontanea. Per quanto la maggior parte dei personaggi della fiction in questione siano un po' eccessivi e poco edificanti, possibile che dopo tanti spettacoli 'ignobili' forniti dalla tv e dal cinema italiano, una tale versione parodistica e smaccatamente ciarliera di Roma, offenda tanto?

  • shares
  • Mail