Vaticano: piccione, occhio alla penna!

RestauroColonnatoSanPietro

Gli imponenti lavori di restauro che stanno interessando dallo scorso aprile San Pietro e la Città del Vaticano hanno un nemico in più. Un nemico, bisogna riconoscerlo, di molti dei monumenti romani, insidioso e difficile da dissuadere, che minaccia principalmente il famigerato Colonnato del Bernini.

L'avversario di cui parliamo è il piccione, il cui guano rischia di danneggiare i sacri marmi dei monumenti. E' stato quindi promosso un intervento da un milione di euro per impiantare un sottile filo di ferro attraverso il quale passeranno delle scariche elettriche. Man mano che i lavori di restauro verranno completati, si procederà a dotare ciascun monumento di questo sistema per allontanare i pennuti.

Intanto, il colossale restauro del più grande simbolo della cultura cattolica nel mondo va avanti. Quattordici milioni di euro per ultimare i lavori che porteranno a nuova vita le centoquaranta statue, le facciate, i corridori, le balaustre, gli stemmi e l'intero colonnato. Per ora, solo il lato sinistro è stato completato. Manca interamente quello destro, a soli quattro mesi dalla fine della copertura degli sponsor, garantita fino al 30 maggio. I turisti (e i piccioni) sono avvisati.

Foto | via

  • shares
  • Mail