Domani al via il restauro della Madonnina di Monte Mario


Era quello nella foto, press’a poco, il panorama che vedeva finché si teneva stabile sul suo piedistallo accanto al Don Orione, sulla collina di Monte Mario, dalla quale dominava fin dal 1953. Parlo della cosiddetta Madonnina tanto cara ai romani, che il 13 ottobre scorso una tromba d’aria ha divelto e spaccato in tre tronconi.

Sul luogo dell’accaduto è stato sistemato un padiglione coperto dove, da domani, partiranno i lavori di restauro che si concluderanno, questa è la promessa, entro la fine di maggio, mese tradizionalmente dedicato a Maria, quando l’effigie sacra sarà restituita ai cittadini, che per la celerità dell’intervento dovranno ringraziare la collaborazione tra Comune di Roma, Sovrintendenza ai Beni culturali e Acer.

L’intervento consisterà nello smontaggio di tutte le lamine distorte, nella verifica e ripristino della struttura metallica interna di sostegno e nella 'ribattitura' delle parti danneggiate. Dopo accurato esame di tutte le superfici in rame, bronzo e ferro, sarà eseguita la ridoratura con successiva protezione finale.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail