Rifiuti a Roma: arriva la raccolta pneumatica sotterranea

RaccoltaPneumaticaRifiuti

Dopo i recenti provvedimenti che hanno rivoluzionato la raccolta dei rifiuti al Centro storico (causando non pochi disagi), è nuovamente tempo di un altro cambiamento. Questo, nello specifico, interesserà la zona compresa nel cosiddetto 'Tridente' (via del Corso, via del Babuino, via di Ripetta).

Arriva la raccolta pneumatica dei rifiuti, già presente in paesi come Spagna, Francia, Svezia, Stati Uniti e Canada. L'annuncio è stato dato dallo stesso sindaco Alemanno che ha deciso di impiegare così i ricavi del trasferimento della Rinascente alla galleria di via del Tritone e dalla concessione dell'ex Spazio Etoile.

Il progetto era stato approvato all'unanimità ben tre anni fa dal Consiglio comunale, ma vista la portata, necessitava di fondi ingenti per essere messo in atto. Così, in occasione della riqualificazione della pavimentazione del Tridente, inizieranno anche i lavori per permettere questo nuovo metodo per la raccolta dei rifiuti. Vediamo -dopo il salto- come funziona.

La consegna avviene tramite delle 'bocchette' presenti in strada o direttamente negli appartamenti (personalizzate secondo le esigenze). Poi il materiale differenziato, viene automaticamente trasportato attraverso un impianto di tubi sotterranei che aspirano i rifiuti fino alla centrale di raccolta e compostaggio. La rete di distribuzione è divisa in diversi rami che raggiungono più palazzi. Ogni centrale di raccolta (che può servire fino a 30.000 abitanti) non dista mai più di due chilometri.

I costi, compreso quello dell'impianto, variano da 15 mila a 20 mila euro a 'bocchetta', tutto sommato contenuti se si pensa alla quantità di denaro speso per i recenti interventi di pulizia, a favore invece di un sistema più efficace ma, soprattutto, invisibile.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: