L'artista preferito di...? Edward Hopper!: shotting per l'evento a Roma

hopper

"L'artista preferito di...? Edward Hopper!" è lo slogan che vedremo dal 12 gennaio nei manifesti sui mezzi di trasporto urbano, per annunciare l'arrivo al Museo del Corso della mostra del pittore della vita quotidiana per eccellenza. Dell'esposizione ne abbiamo già parlato, ma la novità non è tanto nella campagna di comunicazione organizzata e ideata da Arthemisia Group, in accordo con la Fondazione Roma, piuttosto nei visitatori che andranno a godersi l'esposizione ritratti: donne, uomini e bambini, scelti a riprova di una mostra indicata davvero per tutti.

Dunque non più solo consumatori passivi, in balia di questo o l'altro quadro, ma persone comuni promosse a “soggetti attivi disposti a metterci la faccia”. I sei scatti raffigurano gli 11 soggetti scelti tra oltre 2000 partecipanti allo shooting del 18 dicembre in Galleria Alberto Sordi, quando i passanti furono invitati a farsi fotografare su un set fotografico allestito al centro della città. Accolta dal pubblico con grande successo nella sede di Palazzo Reale a Milano, con oltre 1600 visitatori al giorno, la mostra è tra gli eventi dell'anno.

Per il 16 febbraio, giorno scelto per l'inaugurazione della mostra nelle sale del Museo Fondazione Roma, ci saranno diverse novità: l'aggiunta di altri capolavori dai musei americani (rispetto a quelli già esposti nell'antologica itinerante), un originale e suggestivo allestimento e una nuova edizione del catalogo, da sfogliare anche oltre il 13 giugno, quando calerà il sipario sull'evento per far posto a un'altra mostra.

shotting hopper
shotting hopper
shotting hopper
shotting hopper
shotting hopper
shotting hopper

  • shares
  • Mail