Tetto stranieri a scuola: difficile per la Pisacane di Roma

C’è una scuola a Roma dove sarà particolarmente difficile rientrare nel tetto massimo deciso nei giorni scorsi dal Ministero che prevede la presenza di non più del 30% di stranieri fra gli alunni di ogni classe: è l’elementare Pisacane in via dell’Acqua Bullicante, già nota alla cronaca come scuola multietnica per antonomasia.

Qui il 90% degli iscritti sono stranieri, anche se la maggior parte di loro è figlia di immigrati, sono, cioè, nati in Italia. E la decisione del ministro Gelmini dovrà essere operativa a partire dall’anno scolastico 2010-2011. “Per noi sarà un problema che potremo affrontare solo da settembre – dice Flora Longhi, possibile futura dirigente didattica dell’istituto che sta per fondersi con la scuola media Pavoni – ogni giorno abbiamo ingressi di alunni stranieri”.

Il tetto massimo per gli alunni stranieri è visto positivamente da Renata Polverini, candidato del Pdl alla presidenza della Regione Lazio: “Non bisogna creare classi ghetto – commenta – e si deve cominciare dalla scuola, luogo migliore in cui i ragazzi imparano a convivere”.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail