Il Prefetto annuncia ulteriori provvedimenti per la sicurezza del premier

carabinieri

Il Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro ha rivendicato oggi, durante la conferenza di fine anno, la decisione di sopprimere la fermata bus davanti palazzo Grazioli motivandola con la necessità di proteggere la sicurezza del premier. Il provvedimento sarebbe stato preso non dopo l'aggressione di Milano, ma ad ottobre, 'in concomitanza con la decisione di trasferire la residenza del premier a Palazzo Chigi".

Già da quest'autunno, ha spiegato il Prefetto, erano giunte infatti segnalazioni su possibili minacce all'incolumità di Berlusconi. E dopo l'aggressione di Milano, potrebbero arrivare ulteriori provvedimenti per tutelarlo. Per ora però sembrerebbe esclusa la chiusura al traffico di via del Plebiscito.

Oltre all'idea di istituire dei 'presidi statici', delle zone in cui sarà possibile ai manifestanti riunirsi al posto dei cortei che sfilano per la città, il prefetto ha chiesto inoltre al ministro dell'Interno Maroni la chiusura del Cie di Ponte Galeria e prevede che entro febbraio verrà chiuso il campo nomadi di Casilino 900.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail