Olimpiadi 2020 - Roma in vantaggio su Venezia per la candidatura italiana


Venerdì scorso l'appoggio di chi le Olimpiadi le avrà nel 2012, il sindaco di Londra Boris Johnson, secondo il quale la "candidatura di Roma è magnifica". Ieri la "quasi stroncatura" da parte del Coni della sua rivale Venezia. Ed oggi le parole del sindaco Alemanno che si è detto "ottimista" sul risultato della prima "gara" per arrivare ai Giochi del 2020.

La prima battaglia, quella per l'assegnazione della candidatura italiana per le Olimpiadi del 2020, sembra quasi essere vinta. Roma, al contrario di Venezia, ha un progetto che il Coni, seppur non ufficialmente, sembra aver apprezzato maggiormente. Con le Olimpiadi che, oltre alla zona di Tor Vergata a parte, si potrebbero disputare a Roma nord tra il Foro Italico e Saxa Rubra (ma con gare di Tiro con l'arco, ciclismo e lotta tra Circo Massimo e Colosseo).

A breve, probabilmente questa o la prossima settimana, il Coni farà avere alle città candidate i quesiti ufficiali le cui risposte, oltre che le ricognizioni sul campo, faranno prendere una decisione sulla candidata italiana. Poi inizierà la dura battaglia internazionale, che spesso si vince con la diplomazia e le lobbies. La decisione del Coni verrà presa non prima del primo trimestre 2010. Quella del Cio, il Comitato olimpico mondiale, nel 2013.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: