Il Roma Club di Testaccio è ancora senza sede

RomaClubTestaccio

Mentre è nato da poco un Roma Club Testaccio a New York, fondato da cinquanta romanisti di Long Island quello di Testaccio non c’è più. Misteri della globalizzazione, la sede di via Giovanni Branca è stata consegnata ai nuovi proprietari, che stanno terminando i lavori di ristrutturazione. Il nuovo locale, intanto, promesso dall’Ater ai tifosi giallorossi di uno dei rioni storici della città, non è ancora disponibile.

Lo sfratto da via Branca è diventato esecutivo questa estate. Il proprietario chiedeva tremila euro d’affitto. Dopo tre anni di resistenza, alla fine il presidente Sergio Rosi e gli altri iscritti hanno dovuto cedere. E' stato allora che Luca Petrucci, presidente dell’Ater (e tifoso romanista) ha assegnato al Club un locale di proprietà dell’ente. La nuova sede è in via Flavio Gioia, fra il Lungotevere e la chiesa di Santa Maria Liberatrice. L’immobile, legalmente libero, è però attualmente occupato da un abusivo.

Tempi lunghi quelli previsti per ottenere lo sgombero. Poi dovranno iniziare i lavori di ristrutturazione. "Questo è l’aspetto che preoccupa meno", sostiene il presidente Rosi: "Fra i nostri soci abbiamo muratori, elettricisti, idraulici. Tutti si sono offerti di lavorare gratis". Ovviamente per l'A.S. Roma.

  • shares
  • Mail