"Roma Capitale Mondiale della Lotta Contro la Fame"

Sappiamo tutti che mentre milioni di persone lottano con i problemi della sovralimentazione una parte del mondo soffre e muore per la fame, come sappiamo di essere in parte responsabili di questo ‘cattivo equilibrio’.

La necessità di mettere a punto un nuovo modello di sviluppo, di favorire l'accesso alle risorse e garantire a tutti il diritto al cibo, ha portato la FAO ad organizzare un Summit Mondiale sulla Sicurezza Alimentare, che dal 16 al 18 novembre porterà a Roma 60 capi di Stato e di Governo e le delegazioni di più di 180 paesi membri per coordinare azioni concrete. Un vertice che a partire da lunedì 16 novembre, tutti potremo seguire sul web.

"one, two, three, four, five, six: a child has died for hunger". Basta un click per aderire con il proprio dissenso alla petizione on-line contro la fame nel mondo lanciata da Jacques Diouf, diplomatico senegalese Direttore Generale della FAO, ma ci vorrà la partecipazione di tutti per cambiare questo stato di cose.

Questa sera dalle 19, in piazza del Campidoglio, una delegazione di leader di popoli indigeni provenienti da tutto il mondo darà vita ad una cerimonia di apertura del Forum con canti e balli rituali per propiziare la benedizione della Madre Terra su tutti i popoli del pianeta.

Contemporaneamente il Comune di Roma contribuisce all'organizzazione del Forum della Società Civile, che da oggi a martedì 17 novembre, porterà alla Città dell'Altra Economia, donne, giovani, popolazioni autoctone, agricoltori, pescatori, piccoli produttori e rappresentanti delle organizzazioni non governative a riflettere su queste tematiche.

  • shares
  • Mail