Turisti a Roma: il Rione Celio (terza parte)

RioneCeliodaCircoMassimo

Le proposte per chi vuole trascorrere la serata al Celio, sono divise tra un buon numero di pub (lo storico Shamrock, birreria in stile irlandese o il Tree Folk’s, sempre per affezionati del genere) e alcune enoteche; da segnalare, su tutte, il Tajut in via San Giovanni in Laterano 244, ottimo ristorante che propone prevalentemente cucina friulana, con una ricercata scelta di vini in un ambiente arredato con molto gusto. Un pianoforte viene spesso utilizzato per esibizioni dal vivo.

Il vero centro della vita notturna del Rione Celio è però il Coming Out: come suggerito dal nome, uno dei disco club gay-lesbo più frequentato della Capitale. Molto buona la selezione musicale, clientela eterogenea e internazionale (vista la quantità di turisti in zona), clima votato al divertimento e performance live a valorizzare ulteriormente uno dei locali migliori per ballare a Roma, qualunque sia il vostro orientamento.

La mattina successiva avrete ancora molti luoghi da visitare. Per lo shopping, è immancabile la tappa da Suzuganaru in Via di San Giovanni in Laterano: al 204 per l'uomo e al 206 per il reparto donna. Colazione consigliata ai tavoli all'aperto del bar nello slargo dove via di San Giovanni incrocia via Santo Stefano Rotondo. Proseguite poi sempre per via di Santo Stefano e arrivate in largo della Sanità Militare. Davanti a voi troverete Porta Celimontana che, attraverso l'arco di Dolabella e Silano vi introduce in via San Paolo della Croce.

RioneCelioClivius

L'itinerario è davvero incredibile. Un angolo di Roma bellissimo, nascosto e fortificato lungo tutto il clivius Scauri, che 'protegge' anche la Basilica dei santi Giovanni e Paolo al Celio e include le mura della Biblioteca di Agapito nella chiesa di San Gregorio al Celio, da cui potete accedere una volta sbucati dal lato che guarda Circo Massimo.

Uno dei tanti tesori custoditi da questo rione, che vi invitiamo a osservare e vivere distraendovi dall'imponente e ingombrante sagoma del Colosseo. Un quartiere, come spesso accade nel centro storico della Capitale, che vive e pulsa appena lontano dai monumenti più in vista. Con quella strana specie di orgoglio schivo e defilato -tutto romano- che non cede le sue tradizioni ed è capace di svelarle non appena ci si dimentica dei grandi flussi del turismo di massa. Un altro gioiello in cui respirare il tempo fermo in una 'bolla': fatta di storia e ritmi più lenti, simbolo e cultura di questa città.

Il Rione Celio: come arrivare.

Metropolitana: Linea B - fermata “Colosseo” | Linea A - Fermata "Manzoni"
Autobus: 1, 673, 118, 160, 714


  • shares
  • Mail