Il nido dell'Aquila: il silenzio degli innocenti


Ma chi vuole schernire il presidente Claudio Lotito? I tifosi, la società, chi? Udite: "La stagione è lunga, le ambizioni restano". Una squadra che l'anno scorso aveva perso diciotto partite, che non ha fatto campagna acquisti eccetto Cruz (a euro zero), che si priva di due titolari importanti, che ambizione può avere se non lottare per non retrocedere?

Ieri i biancocelesti si sono impegnati nel rincorrere il Milan, invano. L'unica rete è arrivata per un goffo tocco di Thiago Silva, peraltro marcatore grazie alla dormita su palla inattiva di tutto il reparto difensivo. Ieri, a causa della grandinata, lo stadio è rimasto al buio per qualche minuto. I tifosi hanno intonato un coro: "Paga la luce, Lotito paga la luce". La cosa più bella della giornata è venuta dagli spalti.

La risposta di Lotito all'ennesima sconfitta è il silenzio stampa e un lungo ritiro. Due provvedimenti che il presidente dovrebbe auto imporsi. Intanto, al rientro in campionato si va al San Paolo. In questi giorni sapremo se con Ballardini o un suo sostituto: Beretta, Mihajlovic. Due esperti in fatto di lotta alla retrocessione.

Foto | Corriere dello Sport

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: