“Venti di Libertà” a Roma, per ricordare i Vent'anni dalla caduta del muro di Berlino

Venti_di_Libertà_Roma

Anche senza una testimonianza diretta dal 'cielo sopra Berlino', quello che è crollato il 9 novembre 1989 non è stato un semplice muro, ma un simbolo che il mondo intero non può permettersi di non ricordare.

Per questa ragione a venti anni dalla caduta del muro Roma ricorda e festeggia con "Venti di libertà" e una serie di spettacoli, mostre, convegni, incontri e dibattiti, ospitati dal Museo di Roma in Trastevere, dal Macro Future, dal Goethe Institut, dal Campidoglio, dai Mercati di Traiano, dalla Casa della Memoria e della Storia, dal Nuovo Cinema Aquila, da 31 gallerie d'arte private e da numerose altre sedi.

Mentre oggi dalle 19.30 alle 22.30, i Mercati di Traiano ospiteranno lo spettacolo sinestetico "Ogni muro prima o poi cade", in collaborazione con il ministero della Gioventù, a partire da questa sera il Macro Future apre le porte all’antologica "Via Libera – Viva la libertà", domani alla collettiva di apocalittici-pop surrealisti-creatori di mondi senza frontiere di "Apocalypse Wow!" e il 12 al teatro di Vite nuove.

Lunedì, uno dei viali del parco di Villa Ada prenderà il nome di Aleksandr Solzhenitsyn, autore del Nobel per la letteratura di Arcipelago Gulag, mentre in serata la scalinata di Trinità dei Monti a Piazza di Spagna si animerà con installazione multimediale "Muro Percepito", opera a cura di Tony Shargool in collaborazione con il team Media Picture International, che proietterà ‘sul muro’ aforismi sul tema della libertà e filmati dell'epoca ripescati nelle Teche Rai.

"Venti di Libertà". 1989-2009 Roma celebra la caduta del Muro di Berlino si concluderà nel tardo pomeriggio di lunedì con la serata-evento "Verso (per) la Libertà", condotta da Umberto Broccoli ed animata da Enrico Ruggeri, Andrea Mirò, alla presenza del Sindaco Alemanno e del Ministro per le Politiche Europee Andrea Ronchi.

... Ma la caduta della cortina di 155 km, che ha diviso una città e il mondo intero per anni, continuerà ad essere celebrata e ricordata con tantissime altre iniziative e spettacoli che si protrarranno per tutto il mese di novembre e oltre.

Iniziative che trovate nel programma generale, come i concerti di “… 7 giorni di musica per ricordare i 20 anni della caduta del muro …” dell’Alexanderplatz Jazz Club, dal 9 al 15 novembre 2009, o il concerto “Arcipelago Gulag. Il respiro della libertà”, tenuto ad ingresso libero, il 10 novembre alle ore 21.00, all’Auditorium del Museo dell’Ara Pacis ... affinché non vengano più eretti muri a dividerci ...

  • shares
  • Mail