Cielo di Roma. Stazione Spaziale Internazionale visibile con un binocolo

The International Space Station_1

A 40 anni dalla prima passeggiata sulla luna, recuperate tutta la verve da argonauti fantascientifici senza frontiere, perché a Novembre nella capitale si più vedere molto più che Astri e Particelle.

A quanto pare per tutto il mese basterà volgere gli occhi al cielo muniti di un semplice binocolo, per avvistare la mirabolante Stazione Spaziale Internazionale al lavoro, a circa 350Km dalle nostre teste.

La ISS, acronimo inglese di International Space Station, Stazione Spaziale Internazionale, è la più grande struttura mai realizzata dall'uomo nello spazio, una sorta di modulo abitativo spaziale visibile da Terra a occhio nudo, e nelle speranze di molti anche una sorta di cavallo di troia per intrufolarsi nello spazio e conquistarlo.

Stazione Spaziale Internazionale
The International Space Station_2 The International Space Station_3 The International Space Station_4 Il laboratorio europeo Columbus_5

Dal lontano 20 novembre del 1998, la Stazione (un documentario ne mostra le fasi salienti della costruzione) è un progetto monumentale e dispendiosissimo che coinvolge ben 16 nazioni, non sempre in sintonia l’una con l’altra, ma unite da una comune brama di conquista dello spazio.

USA, Russia, Giappone, Canada, Brasile e attraverso l'ESA le nazioni europee di Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Olanda, Norvegia, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito, continuano ad investire in questo progetto che potrebbe portarci sulla Luna in modo più che metaforico, e nell'immediato consente di guardare la terra da un punto di vista privilegiato.

Avvistare questo ‘oggetto identificato’ non sarà difficile, grazie ai passaggi registrati su una tabella che riporta orari, altitudine e luminosità. Luminosissima come una stella e in costante movimento potrebbe trarre in inganno.

Tranquilli niente ufo, è solo la nostra 'Odissea nello Spazio', ma per avvistarla non abbiamo bisogno del talento visionario di Kubrick, ci basta la documentazione di Nasa, ESA e un normale binocolo.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: