All'Outlet di Enrico Ciulla


Outlet_Enrico Ciulla_Libreria Fahrenheit 451_Roma

Incastonata al numero 44 di Campo de' fiori, Fahrenheit 451 è una libreria tanto fuori dagli schemi del mercato, quanto attenta ad ogni più piccolo fermento creativo che ha origine da tematiche contemporanee spesso legate al mercato e ai consumi.

Non stupisce quindi che oltre ad ogni genere di volume sulle arti visive e la fotografia, uno spazio del genere ospiti anche mostre fotografiche come Outlet di Enrico Ciulla che, come recita il titolo, riflette sulle rappresentazioni dei luoghi dei nostri consumi.

Termini come Outlet o Centro Commerciale, e i relativi luoghi e modelli di consumo, sono stati assorbiti dalla massa, e connotati da un certo immaginario ludico e socializzante, pieno di agi, stimoli e risparmio.

Enrico Ciulla con le immagini monocromatiche di Outlet, qui nelle fotografie di Luciano del Castillo, e il testo critico di Mariano Fanini, evidenzia di questi luoghi e di questi modi piuttosto la metà oscura, fatta di alienazione, spersonalizzazione, solitudine e ben poca convenienza con l’inconsapevole complicità dei frequentatori.

La mostra è visitabile fino al 20 novembre, la libreria è aperta fino a mezzanotte, e visto dove si trova, potete sempre continuare a riflettete sulle logiche subdole del mercato facendo un giro nei paraggi, dove luoghi storici e locali tipici hanno lasciato il posto a 'localini' fatti apposta per spennare turisti, inconsapevoli figli di papà, salvo ovviamente qualche piccola eccezione che non manca mai.

Che andiate a vedere la mostra o meno, però a me piacerebbe sapere da voi come vivete questa dimensione commerciale dei consumi chiamata "Outlet" ...

  • shares
  • Mail