Canili e colonie feline di Roma allo sbando e senza fondi


Pare che ci sia qualcosa che non va coi canili e le oasi feline di Roma, un tempo regno incontrastato delle pittoresche gattare capitoline, oggi sempre più deserte e male organizzate.

Pare che anche il 2009 il Comune di Roma avesse previsto in bilancio ben 7 milioni di euro per canili, gattili e colonie feline (i gattili sono spazi per gatti recintati, dai quali i mici non possono uscire, né muoversi con troppa disinvoltura).

Dopo il fattaccio dei primi di ottobre (un gatto gravemente ferito non ha potuto essere operato, per via dell'indisponibilità economica dichiarata dal Comune, alla richiesta da parte dell'Ufficio Tutela benessere animali), alcuni consiglieri comunali hanno presentato un'interrogazione al Consiglio, chiedendo come mai di quei 7 milioni solo 4 e mezzo sono stati spesi fino ad oggi. Roma conta più o meno 6.000 randagi, secondo Lorenzo Croce, presidente dell'Associazione Difesa degli Animali e dell'Ambiente. Abbastanza perché del problema se ne occupi anche il Governo?

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: