Saldi invernali a Roma, rinviati a dopo il 2 gennaio

Don'tShop

Saldi invernali a Roma? Partiranno in ritardo. "La data del 2 gennaio è commercialmente inaccettabile – ha spiegato Roberto Polidori, presidente della Federabbigliamento-Confcommercio – perché in questo modo è quasi certo che le vendite di Natale saranno un buco nell'acqua e questo è tanto più grave se si pensa alle migliaia di aziende che rischiano di chiudere in questo momento di crisi".

Questa mattina le associazioni di categoria, in un incontro anticipato che avrebbe dovuto tenersi la prossima settimana, chiederanno un rinvio della data di inizio dei saldi invernali. La data probabile potrebbe essere il terzo sabato di gennaio, ossia il 16.

Non si preannuncia una soluzione facile a causa dei tempi stretti in cui si opererebbe per un'eventuale modifica di legge e l'avvenuto scioglimento del consiglio dopo le dimissione dell'ex governatore Marrazzo. Eppure la Confcommercio è pronta anche a un altro scontro sul fronte saldi.

Viene richiesta l'istituzione degli "ausiliari del commercio", che dovranno vigilare e multare chi fa saldi anticipati. I portavoce della protesta si dicono disposti a formare queste persone che andrebbero a supportare il lavoro di controllo svolto dai vigili urbani nelle settimane precedenti l'inizio delle svendite. Si preannuncia un inverno caldissimo, forse proprio a spese dei consumatori.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail