Abbattute le baracche di bottiglie di birra a Montesacro


Ed è arrivato anche il tempo di salutare per sempre anche le baracche di bottiglie di Montesacro. Probabilmente, insieme alle grotte tufacee di Viale Tiziano, rappresentavano uno dei più curiosi insediamenti abusivi di Roma, eccezion fatta per il "camping" di Villa Ada, che però ha un carattere decisamente meno stanziale.

A Montesacro di trattava di ben 25 costruzioni, situate purtroppo in una location meno suggestiva dei Monti Parioli: in una discarica a cielo aperto, nonché latrina, per la sua stessa comunità.

Nei prossimi giorni sarà compito di alcuni camion interi trasportare altrove le migliaia di bottiglie di birra cementificate fino a costituire le pareti di fortuna delle baracche. Alcune di esse erano anche fornite di energia elettrica e di serbatoi d'acqua. Il futuro di almeno una parte degli abitanti delle casupole di Montesacro potrebbe essere assicurato dalla Sala Operativa Sociale del Comune di Roma, anche se non è certa la regolarità di tutti i cittadini dell'est Europa che avevano scelto di domiciliarsi lì.

Foto | Repubblica.it

  • shares
  • Mail