Testaccio diventa un 'rione museo'

Testaccio

Estremo e coraggioso tentativo per arginare gli effetti della movida romana nel quartiere Testaccio. Un progetto ambizioso: riqualificare il rione rendendolo un museo all'aperto, valorizzando tutte le testimonianze della sua storia millenaria.

Il nucleo dell'idea, curata dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, sarà il nuovo mercato che verrà costruito tra via Galvani e via Volta. Voluto proprio su un luogo di interesse archeologico, gli scavi hanno portato alla luce tracce delle coltivazioni medioevali, l' impianto di un casale rinascimentale, porzioni a più livelli del "Vicolo della Serpe", che attraversava questo tratto di agro romano fino a poco più di un secolo fa, oltre alle fondamenta dei "villini" edificati nei primi anni '20.

Dal mercato poi partirà il percorso di quartiere in tre sezioni che collegherà e segnalerà i luoghi di interesse culturale del rione: dal Porticus Aemilia alle Mura Aureliane, dal Monte dei Cocci alle tombe romantiche del cimitero acattolico, fino all'ex Mattatoio e alla caserma dei vigili del fuoco. L'intera area del Monte dei Cocci verrà pedonalizzata e salvata dal traffico, con ulteriori aperture verso l'oltretevere, Portuense, e il Parco Lineare delle Mura Aureliane.

E voi, cosa ne pensate? Preferite che Testaccio rimanga un quartiere di locali e uscite notturne o vi piace l'idea di un quartiere-museo?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail