Turisti a Roma: il Rione Monti (prima parte)

FontanaDeiCatecumeni-Rione Monti

Un angolo piccolo, orgoglioso e tenace di Roma, fin dai tempi antichi. Il Rione Monti, infatti, era un luogo a parte già dal Medioevo, a tal punto che i suoi abitanti parlavano un dialetto lievemente diverso da quello degli altri romani; diverso specialmente da quello dei trasteverini: storici e acerrimi rivali. Le dimensioni contenute vennero ridotte ulteriormente tra il '24 e il '36 quando, durante il fascismo, la parte 'bassa' del rione venne distrutta per lasciare spazio a via dei Fori Imperiali. Ora Rione Monti è un lembo ben protetto tra via Nazionale e via Cavour, un intrico di vicoli in cui scoprire uno degli ultimi scampoli di romanità e di storia.

Il centro nevralgico del rione è Piazza Madonna de' Monti, lungo via dei Serpenti. Uno 'squarcio' architettonicamente splendido, vigilato da due chiese: quella dei Santi Sergio e Bacco -luogo di culto per i cattolici ucraini- e quella appunto di Santa Maria dei Monti (o Madonna dei Monti), imponente e da visitare assolutamente. La geografia di Monti è confusa e accalcata come le sue strade. Proveremo a suggerirvi dei percorsi, ma vale lo stesso consiglio che vi abbiamo dato per la Garbatella: cercate di 'smarrirvi'. Sarà facile ritrovare poi l'orientamento e, nel frattempo, scoverete sorprese.

StemmaRioneMonti

Su piazza Madonna dei Monti si affaccia uno dei luoghi migliori per tutte le pause della giornata. "La Bottega del Caffé" è uno di quei posti dove passare dalla prima colazione fino all'aperitivo o per bere qualcosa dopo cena. L'atmosfera è rilassata e informale, il servizio davvero buono. Prezzi assolutamente nella media (siamo pur sempre nel Centro Storico). Se però ve la sentite di mangiare appena più scomodi, risalite via dei Serpenti, entrate da "Delizie di Calabria", fatevi preparare uno dei loro atomici panini (date un'occhiata anche a tutti i buonissimi prodotti locali esposti) e tornate in piazza per consumare il pranzo sui gradini
della Fontana dei Catecumeni. Divorare il pasto (finirà in fretta, fidatevi) guardando l'architettura della piazza da un punto così centrale è un'emozione. Anche per chi a Roma ci vive da sempre.

Le alternative per il pranzo non sono poche. Oltre alla pletora di ristoranti e pizzerie, c'è il Daruma Sushi Bar sempre sulla piazza, Doozo, l'ottimo ristorante giapponese che organizza eventi, mostre e corsi in via Palermo, Al 104 in via Urbana (minimale, elegante e molto tranquillo) o il forno in via dei Serpenti, dove potreste imbattervi in una nota signora Clio: proprio la moglie del Presidente Napolitano, che abita a pochi isolati di distanza.

Rione Monti: come arrivare

Metropolitana: Linea B - fermata "Cavour"
Autobus: C3, 75, 84 e 117


Visualizzazione ingrandita della mappa

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: