Cinque anelli stradali, metro, bike sharing e prolungamenti per i tram - Ecco il Piano strategico della mobilità sostenibile della giunta Alemanno


La chiusura dei cinque anelli stradali di Roma. La conlcusione dei lavori delle linee Metro B1 e C e l'avvio dei cantieri per la linea D. L'estensione del Bike sharing a Prati, Trastevere, Salario per un totale di 70 postazioni. La realizzazione di nuove piste ciclabili. Ed ancora: il possibile prolungamento delle linee tranviari 8 e 2, l'eventuale acquisizione delle ferrovie concesse, a partire dalla Roma-Lido ed altro ancora.

Sono solo alcuni dei punti del Piano strategico per la mobilità sostenibile, presentato dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e dall'assessore ai Trasporti, Sergio Marchi. Una lista di opere realizzabili a breve, medio e lungo periodo che potrebbe cambiare il modo di spostarsi la città tra 10 anni ma che è stato già definito da alcuni un libro dei sogni e da altri una serie di interventi già tutti previsti da Veltroni.

Ad ognuno la sua idea: riportiamo qui tutti gli interventi. Obiettivi a breve e medio periodo (entro 3 anni): possibili prolungamenti delle linee dei tram, conclusione dei lavori delle linee B1 e C fino a San Giovanni, realizzazione dei corridoi della mobilità' Eur-Tor Pagnotta-Trigoria, Tiburtino e Jonio-Bufalotta, potenziamenti e prolungamenti delle linee metro A e B, trasformazione delle ferrovie concesse, previo tavolo con la Regione, attuazione dei piani particolareggiati del traffico municipale, avvio della pedonalizzazione del centro a partire dal tridente, nuovi parcheggi interrati, estensione diBike Sharing e Car Sharing e autovelox in centro. (Seguono quelli a lungo periodo).

Interventi a lungo periodo (minimo tra 4 anni). Chiusura dell'anello ferroviario, realizzazione della linea C nella sua interezza e della linea D. Ed ancora: l'automazione delle linee A e B con porte di banchina, la realizzazione di nuovi corridoi della mobilità come quelli di Infernetto-Lido-Fiumicino e Romanina-Tor Vergata-Ciampino, la realizzazione dei sottopassi Ripetta e Castel Sant'angelo, il completamento dei lungotevere da Testaccio a Dante e da Porta Portese a Pietra di Papa, la costruzione delle complanari del Gra ed infine il completamento di alcuni tra gli anelli stradali cittadini.

Il primo, denominato, Olimpico con le tratte Cipro-Circonvallazione Clodio, Prenestina-Zama, Ponte sul Tevere e circonvallazione Ostiense, e con il ricongiugimento di villa Panphili. Il secondo, denominato Sistema stradale intermedio, con le bretelle ovest Trionfale-Newton-nuovo ponte Congressi, ed est tra il viadotto della Magliana, la Togliatti e Saxa Rubra".

"Il complesso degli obiettivi- ha spiegato Marchi- ha una copertura finanziaria che varia: per quelli a breve e medio periodo le opere sono totalmente o parzialmente finanziate, per quelli a lungo periodo le risorse andranno trovate con un mix tra fondi pubbilici e privati".

Per diventrare definitivo il piano dovrà prima tornare alle commissioni competenti, in giunta e, tra circa un mese, al Consiglio comunale per il voto finale. Prima di tutto ciò partiranno i confronti con la cittadinanza, i municipi e le associazioni che scaturiranno in una grande assemblea pubblica il 28 e 29 ottobre.

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: