Turisti a Roma: il Pigneto (terza parte)

pignetostreet

Foto: intweetion]

Salite ancora per qualche decina di metri, svoltate a sinistra e oltrepassate il ponte di via l'Aquila. Girate immediatamente di nuovo a sinistra in via Casilina Vecchia.

Due locali (tra cui è possibile fare la spola, visti gli orari di programmazione). Il Circolo degli Artisti e, poco più in là, l'INIT.
Il "Circolo" è un pezzo della storia musicale di questa città. C'è passato davvero chiunque ed è a tutt'oggi il live club di riferimento per chi ama la musica indipendente (e non). Un grande giardino, due sale interne, banconi disseminati praticamente ovunque. Non solo concerti, ovviamente. "Screamadelica" e "Fish and Chips" sono due dei dj-set più frequentati della Capitale.

All'ingresso interno uno shop per biglietti, dischi e t-shirts, la domenica un mercatino vintage e giapponese in giardino e, accanto alla biglietteria, una pizzeria dove spesso capita di incontrare i musicisti che poi vedrete sul palco, perché al Circolo si staziona anche per essere al corrente di quasi tutto quello che accade in ambito musicale a Roma.

In ottimi rapporti con questo 'mostro sacro' è nato -tra mille peripezie e chiusure- l'INIT, che può essere considerato il 'fratello minore e specializzato' del Circolo. La sala è unica (ma viene divisa da una parete scorrevole nel caso di concerti più 'raccolti'), c'è un giardino a ridosso delle mura dell'acquedotto, la programmazione è per addetti ai lavori e attentissima alle scene 'minori' (ma non solo), i dj-set sono più rock.

Di giorno, il Pigneto è un quartiere che assomiglia molto a un paese. I ritmi sono rallentati e l'Isola è un flusso persone e di profumi che cambiano a distanza di pochi passi. Fino al trascinarsi del pomeriggio verso l'ora dell'aperitivo. Se arrivate in quel momento, concedetevi una pausa a La Gelateria del Pigneto, in via Pesaro 11. Fiori (gelsomino, rosa, viola), frutta (buonissima la pera), creme tradizionali e meno (zenzero, anice). Oppure dite solo "mi voglio bene". E gustatevi la risposta.

Camminando in un quartiere che non smetterà di svelarsi. Soprattutto se avrete la curiosità e la costanza di osservarlo e lasciarvi conquistare.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: