Rinviata la Manifestazione del 19 settembre


La tragica notizia dei 6 militari italiani uccisi a Kabul (e 3 feriti), fa rinviare la manifestazione per la libertà di informazione perché non si sovrapponga alla giornata di lutto nazionale che con ogni probabilità verrà proclamata entro oggi. La decisione è stata presa dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana, d'intesa con le altre organizzazioni aderenti (Cgil, Acli, Arci, Art. 21, e numerose associazioni sindacali, sociali e culturali).

Ecco la nota dei promotori della manifestazione: "Con profondo rispetto verso i caduti, nell'espressione di un'autentica, permanente volontà di pace quale condizione indispensabile di una informazione libera e plurale capace di rappresentare degnamente i valori della convivenza civile. In un momento tragico come questo ci stringiamo attoniti accanto ai nostri morti in Afghanistan. Sono morti dell'Italia che paga oggi un pesante tributo nella frontiera della sicurezza internazionale e della lotta al terrorismo (...)"

"I giornalisti, che hanno pagato alti prezzi di sangue per il diritto-dovere di informare compiutamente i cittadini su dolorose vicende belliche e del terrorismo in ogni parte del mondo, rinnovando la solidarietà e il cordoglio nei confronti di tutti i caduti e delle loro famiglie, riconfermano l'impegno permanente per un' informazione che dia sempre voce alle ansie, alle speranze, alle idee di tutti".

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: