Gogol’ a Roma

Scenari-di-Gogol�-a-Roma_Fotografie-di-Ljudmila-Volkova

A Roma Nikolaj Vasil'evič Gogol' soggiornò tra il 1837 e il 1841 e nell’amata "patria della sua anima" lo scrittore e drammaturgo ucraino scrisse il suo capolavoro, Le anime morte. A Roma - dove “l’uomo è più vicino al cielo di una versta intera” e l’aria “faceva venire voglia di trasformarsi in un gigantesco naso, con narici grosse come secchi” per “farci entrare almeno 700 angeli” - Gogol’ è in pace con se stesso e scrive: “Provo una continua profonda nostalgia per Roma. Chi è stato in cielo, non può più stare in terra”.

Nel bicentenario della sua nascita, al calendario di iniziative e celebrazioni organizzate in tutta la Russia, anche Roma rende omaggio al profondo legame creatosi con Gogol', con una rassegna ricca di eventi, a cura della Fondazione Internazionale Accademia Arco e Art interforum, che avranno inizio il prossimo 30 settembre nell’Antico Caffè Greco.

Nell’attesa, un suggestivo percorso fotografico, realizzato dall’artista russa Ljudmila Volkova tra i luoghi cari a Gogol’, che fanno da sfondo alla novella Roma pubblicata nel 1842, è ospitato fino al 10 ottobre alla Biblioteca Nazionale Centrale con Scenari di Gogol’ a Roma - Fotografie di Ljudmila Volkova. Ogni immagine di Roma, accompagnata dalla citazione letteraria del testo, evoca con suggestione il fascino e l’atmosfera della città che ha ispirato lo scrittore.

Il 30 settembre, alle ore 20.45, una serata speciale inaugurerà il “Bicentenario di Gogol’ – Roma 2009” (ad invito), nella magnifica cornice dell’Antico Caffè Greco. Con il proposito di ricreare l’atmosfera delle serate che si svolgevano nel salotto della principessa Volkònskaja, frequentato dal grande scrittore, si mangeranno le pietanze tipicamente romane preferite da Gogol’ i solisti del Teatro da camera di Borìs Pokròvskij di Mosca presenteranno scene di Opere liriche tratte dai racconti di Gogol’: “Scarpette” con musiche di P. Čajkòvskij, “La Fiera di Soročincy” con musiche di M. Mùsorgskij, “Il Revisore” con musiche di V. Daškevič.

Il 1° ottobre 2009, alle ore 11.00 all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata – Facoltà di Lettere e Filosofia, si terrà la Conferenza: “Che ne è stato del secondo volume delle Anime Morte?” a cura di Jurij Mann, membro effettivo dell’Accademia Russa delle Scienze Naturali, Professore di Storia della Letteratura Russa presso la Facoltà di Filologia e Storia dell’Università Statale Umanistica Russa, membro del Comitato Scientifico della Rassegna.

Dal 1° ottobre al 29 novembre 2009, il Pio Sodalizio del Piceni - Musei di San Salvatore in Lauro, ospiterà la Mostra “Gogol’ e Roma” dalle collezioni del Museo Nazionale della Storia - Mosca, a cura di Natalia Kargapolova, ricercatrice senior del Museo, e i centosessanta oggetti che “raccontano” la figura del grande scrittore russo e il suo rapporto con la città eterna.

Contemporaneamente al Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo si potrà visitare “Gogol’ nelle illustrazioni di Sergej Alimov”, dalle collezioni del Museo Nazionale del Teatro di “A.A. Bachrušin” - Mosca, a cura di Karina Ogandžanova, vice-direttrice della casa-museo di A.N. Ostrovskij. 42 disegni originali ispirati all’universo delle opere gogoliane, molte delle quali furono scritte a Roma … il primo volume de “Le anime morte”, “Il cappotto”, “Il ritratto” …

Dal 1° al 29 ottobre 2009, la Biblioteca Museo Teatrale del Burcardo ospiterà due Mostre. “Gogol’ – il Teatro – l’Avanguardia russa”, a cura di Galina Beskina, e “Nikolaj Gogol’ nelle fotografie di Šapiro (1840 – 1900)”, curata da Svetlana Semikolenova, Vice Direttrice delle attività scientifiche del Museo di Bachrušin.

Il 1° e 2 ottobre 2009, alle ore 20.45 il Teatro Valle ospiterà lo Spettacolo “Possidenti di Antico Stampo” messo in scena dal Teatro d’Arte di Čechov di Mosca, per la regia di Mindaugas Karbauskis. Lo spettacolo riproduce un universo vario e multiforme di personaggi gretti e meschini, protagonisti di vicende al limite del nonsenso, narrate con uno stile straordinariamente originale e moderno.

Per il contributo cinematografico, dal 1° al 4 ottobre 2009, la Cineteca Nazionale, Sala Trevi offrirà la rassegna “Gogol’ nel Cinema”, con la proiezione di film di registi russi e italiani tratti delle opere di Gogol’: “Taras Bulba” (1909) di Aleksander Drankov; “Portret” (1915) di Wladyslaw Starewicz; “Šinel’” (Il cappotto), (1959) di Aleksiej Batalov; “Il cappotto” (1952) di Alberto Lattuada; “Revizor” (L’ispettore generale, 1952) di Vladimir Petrov, “La passeggiata” (1953) di Renato Rascel, “La maschera del demonio” (1960) di Mario Bava; “Anni ruggenti” (1962) di Luigi Zampa; “Vij” (Il Vij, 1969) di A. Ptuško; “Il naso” (2003) di Francesco Lagi.

  • shares
  • Mail