Nuova aggressione contro gay a Roma - Accoltellato e preso a calci fuori dal Gay Village

Si potrebbe ironizzare dicendo che il caldo fa male alla testa. In realtà non si può più scherzare: primo perchè c'è un ragazzo all'ospedale con ferite gravi da arma da taglio. Secondo perchè l'ennesima aggressione contro le "minoranze" della Capitale, gay e immigrati, dimostra quanto ormai a Roma si sia instaurato un clima di grave intolleranza e quanto la città eterna sia diventata una città razzista e violenta.

Dovuta premessa visto quanto accaduto: una nuova aggressione a due ragazzi gay della città, malmenati solo perchè si tenevano per mano (o si stavano baciando) all'uscita dal Gay Village. Succede tutto ieri notte. Un uomo, sceso dall'auto, prima ha insultato i due, e poi li ha aggrediti: il primo ragazzo è stato colpito con una bottigliata in testa, il secondo con una coltellata al fianco e con una serie ripetuta di calci e pugni mentre si trovava a terra.

L'aggressore è stato subito individuato, denunciato per duplice tentato omicidio, ma non arrestato. Cosa che ha fatto arrabbiare il sindaco Gianni Alemanno che si è invece chiesto polemicamente "perchè non si è proceduto all'arresto?". Come ho già avuto modo di scrivere: bene le condanne del sindaco ma a quando una seria politica di sicurezza per contrastare il razzismo in città?

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: