Il Sacro Bosco o Parco dei Mostri di Bomarzo

Bomarzo_sacro_bosco_parco_mostri_orco

Se per molti non è più tempo di vacanze, il stagione clemente e la temperatura sembrano ancora ideali per una bella gita fuoriporta a 68 Km da Roma. Direzione Bomarzo in provincia di Viterbo, uscendo dall'autostrada del Sole A1 a Orte Sud e Attigliano, sia da Nord che da Sud.

La suggestiva località situata al centro della Tuscia, tra le estreme pendici nord-orientali dei Monti Cimini e l'ampia vallata del Tevere, è immersa nella natura e ideale per ossigenare mente e polmoni.

Il Centro Storico di Bomarzo offre scorci di urbanistica medioevale perfettamente conservata, come la Chiesa di Santa Maria Assunta, dove sono conservate le spoglie di S. Anselmo, Vescovo e Patrono della cittadina, ma la perla del territorio più suggestiva e caratteristica è il famoso Sacro Bosco o Parco dei Mostri di Bomarzo.

Il Sacro Bosco o Parco dei Mostri di Bomarzo
Bomarzo_sacro_bosco_parco_mostri_nettuno Bomarzo_sacro_bosco_parco_mostri_pegasus Bomarzo_sacro_bosco_parco_mostri_sirene Bomarzo_sacro_bosco_parco_mostri_casa_pendente+drago

Nato nel 1552 su commissione del Principe Pier Francesco Orsini affranto dalla morte della moglie Giulia Farnese, il suggestivo Sacro Bosco ha preso il nome di parco dei Mostri grazie alle fattezze delle grandi statue e sculture disseminate lungo un percorso tra il mitologico e il fantasy, perfettamente documentato da una presentazione con foto di Sebastiano Inturri e un ebook di Luigi Manzo, disponibili on line con Licenza Creative Commons. Il Parco è aperto tutti i giorni dell'anno con orario continuato dalle 8,00 al tramonto e ingresso a pagamento e se non ci siete mai stati vale davvero una visita in tutte le stagioni.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: