"Dammi mille baci". Baci, sesso e relazioni nell’antica Roma di Eva Canterella

Statua_Amore_Psiche_Ostia_Antica_Bacio

Approfondire la conoscenza di Roma e delle sue pratiche più antiche rivela quanto i romani, miti e leggende a parte, siano sempre stati 'affezionati' al sesso, tendenza che l’ultimo libro di Eva Canterella edito da Feltrinelli 
sembra confermare in pieno.

Per quanto il titolo Dammi mille baci : veri uomini e vere donne nell'antica Roma si ispiri ad una poesia di Catullo …

Tu dammi mille baci, e quindi cento,
poi dammene altri mille, e quindi cento,
quindi mille continui, e quindi cento.

… il libro è un’interessante e spassosa guida alle vicende di uomini e donne in carne ed ossa, attraverso simboli e celebrazioni, pratiche osculatorie (i tre modi di nominare il bacio, osculum, savium e basium), tariffe, specializzazioni e abbigliamento delle prostitute, riti matrimoniali e di fecondità ... tra donne modello di virtù (Lucrezia) e modello di ribellione (Sulpicia), uomini “virili” e pratiche omosessuali, senza trascurare gli aspetti più 'crudi' del sesso.

Dopo il viaggio nella mitologia greca sull’amore, il sesso e il matrimonio con “L’amore è un dio – Il sesso e la polis”, Eva Canterella si sposta a Roma e il suo Dammi mille baci sembra un bell’invito a esplorarne le pratiche ‘più terrene e carnali’ degli uomini e delle donne dell'antica Roma. Comunque per l’immagine invoco il richiamo a 'tutte le forme di amore' con la statua di Amore (identificato con il greco Eros, signore dell'amore e del desiderio) e Psiche (cioè l'anima), custodita ad Ostia Antica. Buona lettura a tutti!

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: