Criminalità a Roma: i dati del Viminale per il 2008


Sorpresa: Roma non è violenta. O se la è, meno di quanto si pensi. A far ricredere i cittadini (o a far trasalire qualche scettico) sono i dati del Viminale sui reati nel 2008. Nella classifica delle dieci città più "criminali", la Capitale è settima, preceduta da Firenze. Nei primi tre posti Rimini, Bologna e Milano. Le statistiche sono in percentuale. La provincia di Roma figura inoltre al decimo posto per quanto riguarda i borseggi: 362 ogni 100 mila abitanti. Ottavo posto invece per le rapine, con 105 ogni 100 mila abitanti.

Soddisfatto il sindaco Alemanno, che commenta così: "Ovviamente questa classifica deve essere interpretata come un punto di partenza e certo non come un momento di arrivo. La guardia deve rimanere alta". Più cauto invece Ivano Giacomelli, segretario nazionale dell'associazione Codici per i diritti dei cittadini: "Sono numerose le segnalazioni arrivate dai cittadini che avvertono un senso di insicurezza nella Capitale. Probabilmente la percezione è dovuta ad una serie di fatti di cronaca nera che ha visto vittime soprattutto le donne".

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: