Borseggiatori, guai a toccare i coreani


Quando i carabinieri sono intervenuti sul luogo di una rapina, appena avvenuta dalle parti del Teatro di Marcello, per una volta chi è stato più sollevato dall'arrivo delle forze dell'ordine non è stata la vittima, ma l'artefice della stessa rapina.

Che serva di lezione ai borseggiatori che operano nella Capitale, specie quelli specializzati o indirizzati nei confronti di turisti orientali. Non tutti i luoghi comuni sugli orientali fortissimi in fatto di arti marziali sono infondati, per quanto la maggior parte delle comitive di giapponesi in coda per visitare un monumento possa sembrare innocua.

Questa volta, un turista coreano ha inseguito il rapinatore con il maltolto, e non soltanto l'ha recuperato, ma ha anche messo ko il malcapitato, a colpi esperti di taekwondo. Accadeva ieri.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: