Superenalotto, un "5+" da 2 milioni a Roma. Sale la febbre, rischio sospensione


In queste notti afose i sogni d'oro si sprecano. Per ora restano sogni, nessun 6 al Superenalotto dei record. Tuttavia i premi di consolazione sembrano già consolare qualcuno. A Roma è sbucato un '5+1' da due milioni di euro. La vincita è stata realizzata presso la tabaccheria punto vendita Sisal di via di Bravetta.

Alla prossima estrazione il jackpot salirà a 105,3 milioni di euro, la posta più alta della storia del concorso. Tanta è l'attesa che il 30 luglio, il Tribunale di Roma deciderà sul ricorso d'urgenza del Codacons relativo al montepremi record e dovrà pronunciarsi sul pericolo "febbre da gioco".

L'associazione dei consumatori infatti ha depositato lo scorso 20 luglio un ricorso chiedendo al tribunale di disporre il congelamento del montepremi, l'obbligo di realizzare una adeguata campagna informativa sui rischi del gioco lecito e sulla dipendenza da gioco.

Il Presidente del Codacons, Carlo Rienzi, punta ad aprire "diversi scenari, compreso il possibile annullamento delle vincite assegnate nelle ultime estrazioni. Intanto i cittadini, attraverso il blog carlorienzi.it, possono chiedere che venga stabilito un tetto al montepremi del Superenalotto ed esprimere la propria opinione sul jackpot milionario".

Noi intanto facciamo notare che è uscito ancora una volta il 60, lo 06 allo specchio insomma. Nel 2008 è uscito 15 volte, quest'anno già 11 volte. Siamo malati..?

Fonte | Ansa
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: