Il Corpo e l'Acqua a Castel Sant'Angelo

Archivio Lanzi_Tuffi nel Tevere dal muraglione del Porto Fluviale_1921

Un tuffo del genere non lascia indifferenti con questo caldo … certo era il 1921 e un tuffo nel Tevere dal muraglione del Porto Fluviale, oggi Scalo De Pinedo, era emozionante ma meno rischiososo di oggi, dove in acqua vi aspettano ben altri pericoli.

Comunque in questi giorni, mentre l’attenzione di molti di noi è quotidianamente sui tuffi e le performance acquatiche dei Mondiali di Nuoto 2009 di Roma, una mostra a Castel Sant’Angelo ricostruisce un suggestivo percorso del nuoto “dall’arte allo sport”.

Attraverso foto come questa che arriva dall’Archivio Paolo Lanzi della Società Romana di Nuoto, libri antichi con splendide illustrazioni, quotidiani e documenti d’archivio, Il Corpo e l'Acqua compie un lungo viaggio dal Rinascimento ai primi del ‘900, nei 'corpi e nell'acqua' che hanno contribuito a rendere questo sport quello che è oggi.

Da non perdere, le immagini come questa del mondo sportivo “fiumarolo” romano documentata dall’archivio fotografico di Giovanni Lanzi, le immagini dell’Italia alle Olimpiadi (dal 1908 al 1920) di Mario Massa, del passaggio di nuotatori e barche vicino S. Pietro durante la “traversata di Roma” del 1926 … e i numerosi tesori che arrivano dalla Biblioteca Sportiva Nazionale del Coni.

Io vi consiglio di approfittare di queste calde giornate estive per visitare la mostra, anche solo per dare refrigerio agli occhi. Comunque Il Corpo e l'Acqua resterà visitabile a Castel Sant’Angelo fino al 24 ottobre 2009, da martedì a domenica, dalle ore 10.00 alle 18.30.

  • shares
  • Mail