Diabolik - Eva Kant. Una vita vissuta diabolicamente a Roma

Diabolik-Eva Kant.Una vita vissuta diabolicamente

Alzi la mano chi non ha mai letto un fumetto, cavalcato con Tex, sognato le curve di Eva Kant, scoperto il piacere del proibito con … non è un caso se il Museo del Louvre ha aperto le sale a una grande esposizione di fumetti già nel 1967, e molti altri lo hanno seguito, da New York a Venezia.

Musei dedicati espressamente ai fumetti sono in California a Londra, a Lucca... e altri sono in progetto mentre il Belgio ha inaugurato il Museo Hergé, dedicato all'opera di Hergé alias Georges Remi, autore di Tintin.

Non stupisce quindi l’iniziativa della Provincia di Roma in collaborazione con la casa editrice Astorina, di inaugurare una mega mostra, sei a dire il vero, dedicata al bel tenebroso Diabolik, ospitata da Palazzo Incontro di via Dei Prefetti 22, fino al 13 settembre 2009.

Diabolik - Eva Kant. Una vita vissuta diabolicamente è il titolo adatto all’esposizione organizzata da Civita e curata da Vincenzo Mollica, che si presenta come un vero e proprio viaggio nei 47 anni del fortunato fumetto.

Un viaggio tra immagini, cimeli, gadget griffati «Diabolik», fumetti e volumi del diaboliko personaggio, che inizia al piano terra con le scenografiche fasi di realizzazione di un albo a fumetti di Storia di una Storia, arricchite dalla proiezione del documentario “Le sorelle Diabolike” dedicato alle creatrici di Diabolik, Angela e Luciana Giussani.

Al secondo piano, passa accanto ai pannelli dedicati a Eva Kant Primadonna e ai “trucchi” di Diabolik con la serie di modelli e ricostruzioni in scala di Diabolik tra Scienza e Fantascienza.

Una vita in Nero permette di curiosare dietro le quinte della Casa Editrice Astorina che ne pubblica le avventure, mentre Due Contro Tutti ‘illustra’ l'invidiabile rapporto che lega i ladri più belli e misteriosi della storia del fumetto.

Per finire, il terzo piano è allestito con Diabolik al muro e la grande raccolta di manifesti dedicati al personaggio, dall’avventura cinematografica di Mario Bava del 1967 ai cartoni animati del 1998, dagli eventi promozionali alle recenti iniziative editoriali.

L’entrata è libera e gratuita, che non guasta ;), dalle 10,00 alle 19,00 tutti i giorni escluso il lunedì. Imperdibile per appassionati del fumetto, di Diabolik o anche solo di Eva Kant… Dopo è quasi inevitabile concedersi il piacere di rileggere un buon vecchio Diabolik ... Per commenti e impressioni vi aspetto qui.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: