Stupri seriali confermati: il dna è lo stesso



La pista seguita dagli investigatori che stanno indagando sui due ultimi stupri avvenuti a Roma sembra essere quella giusta. E' stata infatti confermata l'ipotesi che l'autore delle violenze a ragazze che stanno rientrando in casa sia lo stesso uomo: il dna è lo stesso. Simile anche la dinamica: passamontagna sul volto, scotch sulla bocca delle donne e azione di notte, al ritorno a casa con la macchina. Lo stupratore seriale avrebbe agito dunque in via Sommer, a Tor Carbone tra il 2 e il 3 luglio; alla Bufalotta nella notte tra il 3 e 4 giugno; e il 5 aprile scorso nella zona dell'Ardeatina.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: