"Avvertenze Generali". Il Comune di Roma a caccia di giovani talenti

Avvertenze Generali

Talenti italiani ancora sconosciuti… cantanti, danzatori, musicisti, coreografi, artisti figurativi, con un’età compresa tra i 18 ed i 35 anni, udite udite, perchè sulla scia di tanti progetti e programmi a caccia di giovani talenti, il Comune di Roma sostiene e finanzia il progetto Avvertenze Generali, pensando proprio a voi.

Le 'avvertenze' del programma sono tre per danza, musica, arte, si svilupperanno lungo un percorso che va da luglio ad ottobre e si concluderà in un unico evento previsto nei primi giorni di ottobre all'Auditorium Parco della Musica, durante il quale alle esibizioni dei migliori giovani artisti selezionati assisteranno i cosiddetti talent scout.

Tre 'avvertenze' per tre diverse sezioni e location. La sezione danza si svolgerà all'Accademia Nazionale di Danza, sede istituzionale della formazione accademica, fino a sabato 11 luglio.

Due sono le sedi di Avvertenze Artistiche. La Nuova Pesa Centro per l'Arte Contemporanea di Simona Marchini a Roma, il 20 e 21 luglio, la Fondazione Carisbo a Bologna, il 23 e 24 luglio. Si concluderanno entrambe in una mostra al Museo dei Fori Imperiali presso i Mercati di Traiano, dal 10 al 20 settembre.


La Tube Station per le Avvertenze Musicali, capeggiata da Fabio Zanotti, si svolgerà nelle stazioni della metropolitana di Roma con oltre 100 band musicali e più di 600 giovani artisti che si esibiranno sui diversi palchi allestiti il 25 ed il 26 settembre nelle fermate di Battistini, Cipro, Giulia Agricola, San Paolo, Piramide, Ponte Mammolo.

Le timeline per le iscrizioni non sono ancora chiuse per tutte le sezioni, quindi vi consiglio di consultare al più presto il sito se siete interessati a partecipare, altrimenti dovrete aspettare la prossima edizione che il comune promette ci sarà.

"Avvertenze Generali" ideato da Monica Ratti ed Emanuele Ladovaz, anche direttori artistici della manifestazione, promette spazi, visibilità e l’opportunità di dare slancio ad un sogno professionale condiviso da molti e soggetto a numerose difficoltà, che non credo ci sia bisogno di snocciolare.

Mi chiedo solo se un progetto del genere, in tempi di crisi ed emergenze di varia natura, riuscirà a decollare e soprattutto a realizzare davvero qualcuno di questi sogni professionali, che siamo abituati a vedere appagati solo come fenomeni mediatici. Noi comunque facciamo a tutti un grosso in bocca al lupo ! Voi che dite?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: