Rifiuti a Roma: in arrivo 720 nuovi mezzi e 544 addetti - Il nuovo modello di pulizia: cassonetti svuotati quotidianamente, strade lavate ogni giorno e netturbino di quartiere


Rivoluzione in vista sul fronte della pulizia urbana a Roma. Tra settembre e dicembre l'Ama si doterà di 720 nuovi mezzi per lo spazzamento delle strade ed assumerà 544 uomini. In questo modo cambierà il modello di pulizia urbana: strade spazzate quotidianamente e cassonetti svuotati ogni giorno.

Se quanto annunciato dal sindaco di Roma Gianni Alemanno ed dai vertici dell'Ama diventerà realtà sul fronte dei rifiuti sarà una svolta. A spiegare meglio le novità è stato il Dg dell'azienda Franco Panzironi. "Il beneficio più positivo di tutto ciò- ha detto- è che lo spazzamento delle strade avverrà 7 giorni su 7, festivi compresi, 24 ore su 24.

"Fino a ieri- ha detto ancora Panzironi- ricordo che la pulizia del 60% delle strade avveniva in media una volta al mese. Ma anche lo svuotamento dei cassonetti subirà modifiche: prima 2.000 cassonetti al giorno non venivano svuotati, dal 2010 il 100% di questi sarà vuotato quotidianamente. Inoltre, dietro ai compattatori, squadre di due operatori puliranno le aree intorno ai cassonetti e i marciapiedi lungo tutto il tragitto". E il netturbino di quartiere? (clicca su continua a leggere).

Altra novità sarà il "netturbino di quartiere". "L'area di Roma sarà suddivisa in 400 microzone. Ognuna di queste avrà il suo netturbino di quartiere - ha spiegato l'assessore all'Ambiente De Lillo - Sarà lui, da oggi in poi, ad avere la responsabilità su tutto quanto avverrà sulla sua zona in termini di pulizia urbana".

"Con tutte queste novità - ha commentato il sindaco - il nostro obiettivo è dunque portare Roma, entro fine 2009, al livello di pulizia delle altre Capitali europee". L'acquisto dei nuovi mezzi e l'assunzione del personale, ha ricordato infine Alemanno, avverrà grazie ai 30 milioni di euro reperiti in assestamento di bilancio 2008. Pulizia straordinaria, inoltre, è stata annunciata anche per le aree degradate della città, definite da Panzironi 642 mini discariche.

E' una buona notizia per la questione dei rifiuti a Roma, che sul fronte dello smaltimento sta tornando alla normalità grazie al Piano regionale della giunta Marrazzo ed alle otto linee di incenerimento presenti ed in parte in costruzione nel Lazio.

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: