Differenziata a Roma - Nel primo trimestre 2009 al 21,4% - Dall'autunno porta a porta in tutto il I° municipio


Giornata all'insegna delle notizie sui rifiuti quella appena trascorsa. E buone notizie sul fronte della raccolta differenziata a Roma: ieri infatti è stato reso noto che nella Capitale il 21,4% della spazzatura viene differenziata, un dato che fa crescere Roma di due punti dall'ultima rilevazione di sei mesi fa ferma al 19,3%. (Calcoli con nuovo modello Apat).

Il trend di crescita è da attribuirsi al miglioramento delle abitudini dei romani ma per far crescere il livello di differenziata sempre di più la giunta Alemanno ha deciso di rilanciare il progetto di raccolta porta a porta voluto da Veltroni estendendolo sempre di più: in autunno il "door to door" arriverà in tutto il centro, anzi in tutto il I° municipio, e al Torrino sud.

Per il centro è una piccola rivoluzione anche se il porta a porta esiste già seppur per la raccolta non differenziata. Il porta a porta toccherà così sette aree totali (compresi Colli Aniene, Decima, Massimina, Trastevere e Villaggio Olimpico). L'obiettivo è arrivare al 30-35% al 2013. In arrivo, inoltre, 8.000 nuovi cassonetti per la differenziata e 8.400 per i rifiuti solidi urbani. Quattromila, infine, saranno i nuovi cestoni, 1.000 dei quali in ghisa.

E gli impianti per favorire la differenziata? L'assessore all'Ambiente Fabio De Lillo ha ricordato che "a breve arriveranno anche nuovi impianti: si raddoppierà quello di Maccarese e realizzeremo altre strutture per il cdr e per il multimateriale". Vi rigiro infine un consiglio di un nostro lettore, Geb: per avere i cassonetti del multimateriale meno pieni schiacciate sempre le bottiglie di plastica e chiudetele con il tappo: occuperanno un quarto dello spazio rispetto a quanto non avrebbero fatto se lasciate nella loro originaria forma.

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: