Un anno al voto per le regionali nel Lazio - Le manovre nel Centro-Sinistra


Abbandonare Rifondazione comunista ed il Pdci? Di sicuro tentare di abbracciare l'Udc e naturalmente l'Italia dei Valori. Manca ancora un anno alle elezioni regionali e mentre a Destra si discute sui nomi, secondo i rumors in pole resta Augello come candidato, nel centro-sinistra si parla di schieramenti.

Per la verità nulla di ufficiale sarà deciso prima delle primarie all'interno del Pd e dei congressi delle altre forze politiche di centro. Alcuni scenari, avvalorati dai due big del partito democratico a Roma, il segretario regionale Roberto Morassut ed il presidente della Provincia Nicola Zingaretti, si possono però abbozzare.

Morassut ha infatti dichiarato proprio oggi di auspicare "La creazione di un largo schieramento democratico di centro sinistra, con candidato Piero Marrazzo, con le forze attualmente al governo del Lazio: l'Idv che già fa parte della coalizione, l'Udc se ci saranno le condizioni della convergenza e le forze che stanno alla sinistra del Pd". Ovvero la sola Sinistra e Libertà senza comunisti... Seguono le dichiarazioni di Zingaretti.

Queste le dichiarazioni di Zingaretti. "La scommessa- ha dichiarato il presidente della Provincia- è costruire un'alleanza omogenea sui contenuti e sui valori. Quindi non si può riproporre un'Unione come l'abbiamo conosciuta, cioè un arcipelago di liste utile per vincere ma debole per governare, ma costruire un'alleanza omogenea su contenuti e valori. L'Udc? Alle ultime elezioni abbiamo vinto molti comuni, anche grazie ad un lavoro che abbiamo costruito sin dal primo giorno della mia giunta con l'Udc".

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: