La poetica del fantastico di Fernanda Veron

Fernanda Veron_Le sale di Los

Dopo la tappa romana di Whaleless al Temporary Love di Roma, dove ha esposto la sua A whale came to me and told me a secret e la partecipazione a Gioia per FotoGrafia Festival Internazionale di Roma, l’eclettica Fernanda Veron è anche in mostra con la personale Le sale di Los alla Galleria Dora Diamanti Arte Contemporanea di Via del Pellegrino, 60.

In mostra, le recenti esplorazioni della personalissima concezione di ‘memoria fotografica’ di questa giovane artista e fotografa, argentina di nascita romana d’adozione, che continua a sperimentare un interessante mix di linguaggio pittorico a fotografico con la sequenza di autoscatti ‘tra corpo e nuvole’ che ritraggono una sorta di universo interiore costituito da immagini della memoria.

Insieme alle fotografie, Le sale di Los a cura di Micol Di Veroli, completa l’atmosfera fantastica con un'opera video che associa l'immagine al pensiero scritto, proiettata nel piano inferiore della galleria. L’occasione ideale per fare un viaggetto in una dimensione quotidiana votata alla poetica del fantastico e staccare un po’ dalle consuetudini della razionalità. Il tutto fino al 20 settembre.

  • shares
  • Mail