Blitz della Polfer sui taxi a Termini


Dopo gli autobus le nostre ansie si spostano ai taxi. Dagli ultimi controlli effettuati a Termini dalla polizia ferroviaria in collaborazione con la polizia stradale e con il servizio sanitario interno, nell'ambito delle operazioni antiabusivismo rivolte ai taxi, dirette il dirigente della Polfer Lazio, Carlo Casini, sono emersi dati che fanno preoccupare.

Un tassista in servizio sotto l’effetto della cocaina. Un altro, secondo l’alcoltest, completamente ubriaco. Entrambi con licenza regolare. Solo 2 (questo sembra essere l'unico dato positivo) gli abusivi. Ma su una cinquantina di taxi controllati ci sono state quasi 30 contravvenzioni da codice della strada. Insomma, se non possiamo fidarci di autobus, tram e taxi, come facciamo a dissuadere i fanatici del mezzo privato?

Fonte Repubblica.it

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: