L'etruria dei fumetti a ETRUSCOMIX

Etruscomix_manara

Quella che state osservando è una delle ultime opere di Milo Manara, realizzata appositamente per il manifesto della campagna di comunicazione della Soprintendenza Archeologica per l'Etruria Meridionale, ideatrice di Etruscomix, evento realizzato con la partecipazione della Regione Lazio e organizzato da Civita e il Salone Internazionale del Fumetto Comicon.

Questa tavola diventa locandina ideale per un evento che propone al pubblico i frutti di una vera e propria Residenza d’Artista che ha prodotto una serie di fumetti tesi a valorizzare le bellezze di un territorio ricco di storia e suggestioni come l’Etruria.

Dopo un periodo full immersion con il bagaglio storico e culturale custodito dal Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia dalla Necropoli della Banditaccia di Cerveteri e dalla Necropoli ed il Museo di Tarquinia, i sei illustratori Francesco Cattani, Paolo Parisi, Marino Neri, Michele Petrucci, Alessandro Rak e Claudio Stassi, hanno infatti disegnato i fumetti inediti che dal 30 giugno al 25 ottobre, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia propone al pubblico con Etruscomix.

I fumetti e le storie saranno esposti in armonia con i reperti archeologici del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, mentre per le sedi di Cerveteri e Tarquinia, saranno riprodotti su pannelli per esterno ed inseriti in un suggestivo percorso archeologico.

Le 6 storie inedite di Etruscomix : Etruria - Claudio Stassi; Una partenza - Marino Neri; Adonie - Alessandro Rak; L’episodio del fabbro - Francesco Cattani; Netvis - Michele Petrucci; Viaggio – Paolo Parisi, animano il libro a fumetti edito da Black Velvet, il cui costo di €13 si abbasserà a €10 nei siti coinvolti.

Una bella occasione per avvicinarsi a una cultura millenaria e guardarla da un punto di vista diverso, con un linguaggio meno elitario, più semplice, moderno, certamente apprezzabile da giovani e meno giovani. Il biglietto costa €4, ridotto a €2 per studenti, insegnanti e ragazzi dai 18 ai 25 anni appartenenti alla Comunità Europea e altre categorie stabilite dal ministero dei beni culturali. È invece gratuito fino a 18 e oltre i 65 anni e per tutte le categorie stabilite dal ministero dei beni culturali (per info. 06-32810).

  • shares
  • Mail